Presentazione Ente

Forma giuridica: Associazione di natura sindacale non avente scopo di lucro
Data di costituzione: 28 luglio 1994
Soci Fondatori:
  • CONFARTIGIANATO CAMPANIA
  • C.N.A. CAMPANIA
  • CASARTIGIANI CAMPANIA
  • C.L.A.A.I. CAMPANIA
  • C.G.I.L. CAMPANIA
  • C.I.S.L. CAMPANIA
  • U.I.L. CAMPANIA
Categorie di utenza: Aziende artigiane con dipendenti
Presidente: Ettore Mocella (Confartigianato)
Vice Presidente: Annalisa Servo (UIL)
Direttore: Milo Bruno
Comitato di Gestione: Casola Sergio (CNA) - De Luca Bossa Luigi (CLAAI) - Mirko Angelo Tramontano (Casartigiani) - Raffaele Paudice (CGIL) - Anna Letizia (CISL) - Espedito Stompanato (UIL)

Come nasce

L'EBAC è una libera Associazione senza fini di lucro costituita ai sensi dell'Accordo Interconfederale Nazionale del 21 luglio 1988 e Regionale del 12 marzo 1991 dalle Organizzazioni Artigiane e dalle Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori allo scopo di garantire interventi a favore delle imprese artigiane e dei loro dipendenti in momenti di difficoltà economica e produttiva.

Contesto per la Campania

In Campania si registrano cadute dell'attività produttiva, riduzioni di posti di lavoro, difficoltà per le imprese a realizzare innovazioni, insufficienze di servizi, arretratezza delle infrastrutture, assenza di sostegni mirati alla assunzione per le aziende artigiane; per questo, attraverso l'E.B.A.C. le Organizzazioni Artigiane e le Organizzazioni Sindacali intendono impegnarsi insieme per favorire lo sviluppo dell'Artigianato e con esso promuovere il lavoro produttivo e l'occupazione.

Finalità

  1. sostenere lo sviluppo dell'artigianato in quanto comparto decisivo per lo sviluppo della Campania
  2. aiutare le imprese artigiane a crescere, favorendo l'innovazione, la formazione professionale, la creazione di nuovi servizi
  3. aiutare l'imprenditoria giovanile e favorire incentivi all'occupazione
  4. gestire i Fondi (Fondo di Sostegno al Reddito dei Lavoratori e di Sostegno alle Imprese, Fondo Assistenza Contrattuale, Fondo per la Formazione Teorica)
  5. mutualizzare gli oneri contrattuali delle malattie, infortuni, gravidanze, etc
  6. costruire un nuovo sistema di relazioni sindacali, che tuteli gli interessi dei lavoratori e delle imprese artigiane, nell'interesse complessivo dello sviluppo dell'artigianato

Organico

  • Comitato di Gestione composto da n° 8 membri.
  • L'Ente si avvale, con convenzioni, di consulenti esterni come organi di staff.
  • n.1 direttore
  • n.2 dipendenti

Se non visualizzi il filmato nel tuo browser, scaricalo (formato MP4) per visionarlo sul tuo PC