Adesione EBNA/FSBA

Ogni impresa, aderendo alla nuova bilateralità, ed ottemperando ai relativi obblighi contributivi, assolve ogni suo obbligo contrattuale nei confronti dei dipendenti.

Versamenti F24 e UNIEMENS

Le imprese aderenti verseranno su F24 la quota onnicomprensiva per la nuova bilateralità, e l’iscrizione si perfeziona tramite versamento mensile su modello F24, rigo unico, nella “Sezione INPS” con causale tributo EBNA.

La quota ricomprende quanto destinato a EBNA e funzionamento FSBA, la sicurezza sul lavoro, le quote per la rappresentanza e le prestazioni che vengono erogate dagli Enti Bilaterali regionali nonché il loro funzionamento.

Aziende per le quali non trovano applicazione i trattamenti di integrazione salariale previsti dal Titolo I° del D.Lgs. 148/2015

Su F24, sezione INPS, con codice EBNA, per ciascun dipendente

Rigo unico dato dalla somma di:

  • € 7,65, quota fissa mensile
  • 0,45% della retribuzione imponibile previdenziale (a carico dell’azienda)
  • 0,15% della retribuzione imponibile previdenziale (a carico dei dipendenti).

La quota fissa mensile è dovuta per intero anche per i lavoratori con contratto part-time in quanto gli stessi usufruiscono in egual misura delle prestazioni.

Su DM10/UNIEMENS, con codice M980, per ciascun dipendente

10% di quota di solidarietà di contribuzione su un imponibile mensile di  € 2,27 (€ 0,23)

Aziende per le quali trovano applicazione i trattamenti di integrazione salariale previsti dal Titolo I° del D.Lgs. 148/2015

Su F24, sezione INPS, con codice EBNA, per ciascun dipendente

€ 10,42, quota fissa mensile.

La quota fissa mensile è dovuta per intero anche per i lavoratori con contratto part-time in quanto gli stessi usufruiscono in egual misura delle prestazioni.

Su DM10/UNIEMENS, con codice M980, per ciascun dipendente

10% di quota di solidarietà del  di contribuzione su un imponibile mensile di € 5,04 (€ 0,50)

Retribuzione imponibile previdenziale.

La retribuzione imponibile previdenziale sulle quali calcolare le quote variabili della contribuzione destinata al FSBA include anche le mensilità aggiuntive contrattualmente previste. In assenza di contribuzione imponibile previdenziale nel mese (es. maternità, infortunio, etc.) andrà comunque versata la quota fissa di € 7,65 per ogni dipendente.

Trattamenti di integrazione salariale.

Le imprese per le quali trovano applicazione i trattamenti di integrazione salariale previsti dal Titolo I° del D.Lgs. 148/2015, sono quelle imprese, sia artigiane che non, che applicano i CCNL dell’Artigianato come imprese industriali soggette a Cigo e/o Cigs, imprese artigiane dell’indotto con più di 15 dipendenti soggette a Cigs, etc.

Contributo di solidarietà INPS con codice M980.

La quota di solidarietà del 10% di contribuzione, prevista dalle legge 103/1991, è dovuta per la contribuzione di euro 27,25 e 60,50 annui rispettivamente per le imprese per le quali non trovano o trovano applicazione i trattamenti di integrazione salariale previsti dal Titolo I° del D.Lgs. 148/2015, ed è relativa alle prestazioni ed al funzionamento degli Enti Blaterali regionali.

Cosa prevede l’adesione al FSBA?

Il Fondo erogherà alternativamente le due prestazioni previste dal del D.Lgs. 148/2015:

  • l’assegno ordinario di cui all’art. 30 per 13 settimane; oppure
  • l’assegno di solidarietà di cui all’art. 31 per 26 settimane.

L’arco temporale di riferimento per la fruizione di questi trattamenti è il “biennio mobile”, che decorre dal momento in cui l’impresa accede ad un primo intervento di sostegno al reddito erogato dal FSBA. Le due prestazioni sono fruibili nel caso in cui si verifichino eventi che determinano un calo delle attività produttive quali:

  • eventi transitori e non imputabili all’impresa o ai dipendenti, ivi comprese le situazioni climatiche;
  • situazioni temporanee di mercato.
Contattaci

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca